8° EDIZIONE FESTIVAL DEL GIORNALISMO CULTURALE

SCIENZA, CULTURA
Passato, presente.
Lentezza, velocità.

Ottobre 2020


2014-04-05 0

Aspettando il festival – La critica al tempo di internet
Venerdì 11 aprile, ore 18 alla Libreria Il Portico, Urbino

Aspettando il Festival torna venerdì 11 aprile (ore 18) con un nuovo appuntamento: “La critica al tempo di internet”. Alla Libreria Il Portico (via Mazzini, 7) i direttori del Festival del giornalismo culturale, Lella Mazzoli e Giorgio Zanchini, dialogheranno con Massimo Raffaeli, critico letterario e Roberto Danese, docente di filologia classica e direttore del master “Professionisti dell’informazione culturale” all’Università di Urbino.

Quale critica letteraria è possibile ai tempi di Internet, dei social network, per esempio di Twitter e di Facebook? Gli ospiti, condotti dai due direttori del Festival, daranno vita a un dibattito nel quale sapranno coinvolgere il pubblico e invitarlo a questa interessante riflessione.



2014-03-23 0

I direttori Lella Mazzoli e Giorgio Zanchini hanno annunciato che sarà Beppe Severgnini a tenere la lectio di apertura del festival, sabato 25 aprile.



2014-03-12 0

Aspettando la 2° edizione del Festival del Giornalismo Culturale
Conversazione su arte, cultura e informazione
Venerdì 14 marzo, ore 12 a Palazzo Ducale (Sala Congressi), Urbino

L’arte, la cultura e l’informazione saranno al centro della conversazione che i direttori del Festival del giornalismo culturale Lella Mazzoli e Giorgio Zanchini terranno venerdì 14 marzo alle ore 12 a Palazzo Ducale (sala congressi), poco lontano da quella sala delle Veglie dove Elisabetta Gonzaga conversava con i suoi nobili ospiti.

L’evento rientra negli incontri “Aspettando il Festival del Giornalismo Culturale”, 2° edizione (25,26,27 aprile 2014). Sarà l’occasione per raccontare in anteprima il programma della nuova edizione e per dialogare con alcuni dei sostenitori dell’evento, tra cui importanti personaggi della cultura e dell’imprenditoria marchigiana.

A Palazzo Ducale, dialogheranno con Lella Mazzoli e Giorgio Zanchini: la padrona di casa Maria Rosaria Valazzi, il Magnifico rettore Stefano Pivato, e in ordine alfabetico, Francesco Andreani, Marta Bruscia, Giorgio Cerboni Baiardi, Franco Corbucci, Sebastiano Guerrera, Claudia Guidi, Bianca Maria Pia Marrè, Bruno Papi, Luciano Perondi.

Sono stati invitati all’evento gli storici dell’arte dell’Università di Urbino e i responsabili delle librerie di Urbino: Domus Libraria, Il Libraccio di Miki, Libreria CUEU, libreria Moderna, Libreria Universitaria, Montefeltro Libri, Il Portico.



2014-03-05 0

Aspettando la 2° edizione del Festival del Giornalismo Culturale
Sabato 8 marzo, ore 17 alla Libreria.Coop di Pesaro (Corso XI settembre)

I direttori del Festival del giornalismo culturale Lella Mazzoli e Giorgio Zanchini presentano in anteprima il programma e i prestigiosi ospiti che parteciperanno. Saranno presenti all’incontro alcuni dei sostenitori dell’evento, tra cui importanti personaggi della cultura e dell’imprenditoria marchigiana.

Anche quest’anno il Festival ospiterà lectio, dibattiti e confronti in cui giornalisti, scrittori e accademici discuteranno e si confronteranno sull’ informazione culturale in alcuni dei luoghi simbolo della città (Palazzo Ducale, Legato Albani, Teatro Raffaello Sanzio). Tra la carrellata di personaggi che firmano l’edizione 2014 spiccano importanti personalità della cultura italiana e alcune firme tra le più note del giornalismo nazionale e internazionale. Gli ospiti presenti al Festival rifletteranno sugli scenari futuri dell’informazione culturale e proveranno a rispondere ad alcune domande fondamentali, come per esempio di cosa dovrebbe occuparsi l’informazione culturale nell’Italia di oggi e se il giornalismo culturale può contribuire allo sviluppo del Paese.



2014-01-08 0

Poche righe per riassumere l’impegno, i temi e le dinamiche del Festival.

Dopo la fotografia, il ruolo del giornalismo culturale. L’obiettivo dell’edizione 2014 è interrogarsi sulle responsabilità e sulle potenzialità dell’informazione culturale in Italia. Quest’anno dunque faremo un passo avanti, dopo che nella prima edizione avevamo descritto lo stato delle cose. 

Cosa significa parlare di cultura in un Paese in cui un cittadino su due non legge neppure un libro all’anno? Di cosa dovrebbe occuparsi il giornalismo culturale per contribuire all’uscita dalla crisi, che non è soltanto una crisi economica? Perché il rapporto tra intellettuali e mass media, e in particolare televisione, è così difficile?

Sono solo alcune delle domande di questa edizione del Festival, che avrà dunque come bussola il rapporto tra l’informazione culturale e il Paese reale, e avrà una struttura densa e il più partecipata possibile, con lectio, dialoghi, tavole rotonde, nuove ricerche e coinvolgimento di studenti e giovani giornalisti che potranno partecipare ai concorsi del Festival.

Giorgio Zanchini

 

 


È online il programma provvisorio del Festival