8° EDIZIONE FESTIVAL DEL GIORNALISMO CULTURALE

SCIENZA, CULTURA
Passato, presente.
Lentezza, velocità.

Ottobre 2020


2018-07-26 0

Come si comunica la cultura?

Questa sarà la domanda che ci accompagnerà durante la 6a edizione del nostro Festival.

“Le parole della cultura. Un vocabolario che si rinnova”: partiremo quindi dal linguaggio, dalla parola nuda, dal lessico specifico del racconto culturale per poi arrivare a un’analisi più ampia, organica, delle tecniche comunicative approfondendone in particolare:

– i percorsi più virtuosi che portano a un efficace coinvolgimento del pubblico;

– evoluzioni, mutamenti, adattamenti imposti dall’era digitale e dai social media;

– le future narrazioni dei prodotti culturali.

Un cammino che si strutturerà declinando questi sguardi specificamente ai vari ambiti culturali: arte e musei, letteratura, musica, cinema e serie tv, radio e tv, nuovi media.

Il tutto con la cifra che da sempre distingue il Festival del giornalismo culturale: dibattiti aperti che cercano la partecipazione, in primis dei giovani.

Ci vediamo a Urbino, Pesaro e Fano dal 25 al 28 ottobre!

 



2018-05-16 0

Giovedì 24 maggio alle ore 18 alla Mediateca Montanari di Fano (piazza Pier Maria Amiani)
sarà presentato il libro di Giuliano Volpe

Un patrimonio italiano. Beni culturali, paesaggio e cittadini

edito da UTET (2016).

Ne discute, insieme all’autore, Stefano Marchegiani, Assessore alla Cultura del Comune di Fano.
Modera Lella Mazzoli (Università di Università di Urbino)



2018-04-30 0

In occasione del Salone del Libro di Torino il Festival del giornalismo culturale presenterà in anteprima la 6a edizione nei tre appuntamenti in programma:

– Sabato 12 maggio, ore 10.30, Spazio Regione Marche (Pad.1)
Raffaello, Rossini e Vitruvio: tre personalità, tre racconti, tre città
Con Marco Bracconi, Piero Dorfles, Lella Mazzoli, Giorgio Zanchini
 
– Sabato 12 maggio, ore 14.30, Spazio Superfestival
Le parole della cultura. Informare, raccontare, partecipare
Presentazione della 6a edizione del Festival del giornalismo culturale

– Domenica 13 maggio, ore 11.30, Arena Bookstock
Educare alla lettura. Incontro sulla lingua italiana
Con Vittorio Coletti, Giordano Meacci, Francesco Sabatini, Luca Serianni

Siete tutti invitati a partecipare!

 



2018-04-17 0

Lunedì 23 aprile alle ore 17, nell’Aula Magna del Polo scientifico-didattico Paolo Volponi dell’Università di Urbino Carlo Bo (Urbino, via Saffi 15), si terrà un incontro a partire dal libro Televisione e radio nel XXI secolo (Laterza 2016) di Enrico Menduni, professore ordinario di Cinema, fotografia e televisione all’Università di Roma Tre.

Sarà presente l’autore. Introduce Lella Mazzoli, professore ordinario di Sociologia della comunicazione all’Università di Urbino Carlo Bo e direttore dell’Istituto per la Formazione al Giornalismo di Urbino.



2018-01-25 0

Venerdì 16 febbraio alle ore 17.30 a Urbino, nella Sala Giovanni Santi della Casa natale di Raffaello (via Raffaello 57), si parlerà di Informazione e partecipazione. Il servizio pubblico della radio in rete a partire dai libri La radio nella rete di Giorgio Zanchini (Donzelli 2017) e A cinque secondi dal via di Filippo Nanni (RAI-ERI 1998).

Dopo il saluto di Luigi Bravi (Presidente Accademia Raffaello), prenderanno parte al dibattito: Giampaolo Colletti (Giornalista e digital storyteller), Filippo Nanni (Vicedirettore Rainews24), Giorgio Zanchini (Giornalista Rai Radio1).
Coordina Lella Mazzoli (Direttore IFG Urbino).

Il comitato tecnico-scientifico del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti riconosce 3 crediti formativi ai giornalisti professionisti e pubblicisti che parteciperanno all’incontro, registrandosi nella piattaforma nazionale SIGeF.

Al seguente link è disponibile il comunicato stampa dell’incontro.



2017-11-27 0

Martedì 28 novembre alle ore 14, presso l’Aula B2 del Polo scientifico-didattico Volponi dell’Università di Urbino Carlo Bo (via Saffi 15, piano B), Andrea Gnassi, sindaco di Rimini e ‘inventore della Notte Rosa’, incontrerà gli studenti del corso di Comunicazione d’impresa tenuto dalla prof.ssa Lella Mazzoli.

Gli eventi di Rimini e la comunicazione del territorio: questo il titolo dell’incontro, durante il quale Andrea Gnassi, introdotto da Lella Mazzoli, rifletterà sull’importanza della comunicazione strategica per la valorizzazione e la promozione di un territorio.

La dimensione turistica, cruciale per la crescita culturale ed economica di un Paese come l’Italia, e la possibilità di incrementarla attraverso grandi eventi -la Notte Rosa è uno degli esempi di maggior successo- saranno alcuni dei temi trattati da Andrea Gnassi.
Centrale al dibattito sarà lo sviluppo delle realtà territoriali e il loro coinvolgimento in progetti comuni attraverso azioni sinergiche e strategicamente mirate, con l’utilizzo di una comunicazione fondamentale per un’impresa come quella del turismo.

L’incontro è aperto a chiunque voglia partecipare.



2017-10-30 0

Martedì 7 novembre alle ore 18:00 alla libreria Montefeltro Libri di Urbino, Giuliano Volpe, Presidente del Consiglio Superiore per i Beni Culturali e Paesaggistici del MiBACT, e Ilvo Diamanti, Presidente dell’ISIA di Urbino e Ordinario di Scienza Politica all’Università di Urbino Carlo Bo, conversano a partire dal libro:

Un patrimonio italiano
Beni culturali, paesaggio e cittadini

di Giuliano Volpe, edito da UTET (2016).

Coordina il dibattito Lella Mazzoli, Direttore dell’Istituto per la Formazione al Giornalismo di Urbino e co-Direttore, insieme a Giorgio Zanchini, del Festival.

 



2017-10-27 0

A seguito dell’interesse dimostrato abbiamo deciso di prolungare la durata della Mostra del Festival L’arte da salvare. Viaggio nel patrimonio artistico italiano, tra passato e futuro curata dell’Agenzia ANSA, fino a mercoledì 1 novembre.

 

Potrete vistare la mostra presso il Centro Arti Visive Pescheria di Pesaro nei seguenti orari:

lunedì 30 – martedì 31 ottobre: dalle 16 alle 19.
mercoledì 01 novembre: dalle 10 alle 13, dalle 16 alle 19.


2017-10-17 0

Per la terza giornata di Festival, in mostra alla Spazio XX Settembre di Fano, le Graphic Novel di Origami. Una location unica, Palazzo Bambini, sul lato orientale della Piazza XX Settembre, custodisce i resti di una domus romana dell’antica Fanum Fortunae e ospiterà fino al 29 ottobre una ricca rassegna delle tavole illustrate per l’inserto culturale de La Stampa.

Origami, che ha fatto dell’illustrazione uno dei cardini della sua identità, compirà due anni il prossimo 5 novembre e festeggia il compleanno (il numero 100 del settimanale verrà presentato durante la rassegna di arte contemporanea Artissima a Torino) con questa mostra dedicata alle sue graphic novel: una selezione delle tavole, tra suggestioni, storie, racconti, reportage illustrati, che hanno accompagnato fin dall’inizio le uscite del settimanale. 

Nel contesto del Festival del giornalismo culturale in cui si è parlato, tra le altre cose, anche di innovazione e rinnovamento della carta stampata, una rassegna sul giornalismo illustrato valorizza un genere — il graphic journalism appunto— che sta sempre di più appassionando e convincendo, e il successo di Origami ne è, in parte, la prova.

A presentare l’inaugurazione della mostra, Cesare Martinetti direttore di Origami ed editorialista de La Stampa e Cynthia Sgarallino, art director. «Le graphic novel sono uno dei linguaggi che Origami usa nel racconto del tema settimanale e sono anche punto di nostro orgoglio perché sono state fatte nella maggioranza da giovanissimi. Alcuni di loro sono illustratori già affermati, molti, invece, hanno pubblicato i loro disegni per la prima volta proprio su Origami e di questo ne andiamo molto fieri» spiega Martinetti. Ad illustrare la pagina s-pieghevole di questa settimana infatti, nel numero che parla del Festival del giornalismo culturale, è un ragazzo, Michelangelo Nigra, nato nel 1995 che non aveva mai pubblicato prima. «Scegliamo gli illustratori stando attenti a differenziare i vari segni, stili e tecniche, facendo in modo di restare coerenti con il tema settimanale con cui si vuole uscire» precisa Cynthia Sgarallino e aggiunge «con soddisfazione abbiamo notato come chi non la conosceva ha cominciato ad apprezzare la carta stampata, in qualche modo siamo riusciti a trasmettere ai più giovani che la carta è uno strumento comunicativo importante che fa parte del nostro patrimonio culturale e questo e, anche, da attribuire alla presenza delle graphic novel».

La mostra con le tavole di Origami si dispiega tra le suggestive arcate e i labirintici corridoi dell’area archeologica nello Spazio XX settembre e resterà visibile gratuitamente al pubblico fino al 29 ottobre prossimo.

Marta Perroni



2017-10-16 0

 

  • L’arte da salvare. Viaggio nel patrimonio artistico italiano tra passato e futuro

 

A Cura di Agenzia ANSA (Lorenzo e Mauro Vallinotto)

Centro Arti Visive Pescheria di Pesaro:

ORARI DI APERTURA DELLA MOSTRA: lunedì – venerdì 16 – 19 | Sabato e Domenica: 10 – 13 e 16 – 19

 

  • Le graphic novel pubblicate da Origami

A cura di Cynthia Sgarallino e della redazione di Origami.

Biblioteca San Giovanni di Pesaro:

ORARI DI APERTURA DELLA MOSTRA: martedì – sabato 10.30 – 19 | Domenica 15 – 19

Spazio XX Settembre di Palazzo Bambini di Fano:

ORARI DI APERTURA DELLA MOSTRA: lunedì – venerdì 16 – 19