Giovedì 23 aprile


Urbino – Montefeltro Libri

ore 15.30
Anteprima Festival
Presentazione del libro di Stefano Bartezzaghi (giornalista e scrittore)
M. Una metronovela (Einaudi 2015)

Urbino – Palazzo Ducale, Salone del Trono
ore 16.30
Kyknos Cello Quartet

Informazione culturale e divulgazione scientifica
di Vilberto Stocchi (rettore dell’Università di Urbino Carlo Bo)

Intervento di Vittorio Sgarbi (assessore alla Rivoluzione, Cultura e Agricoltura, Difesa del paesaggio e del Centro Storico Comune di Urbino)

Presentazione della ricerca dell’Osservatorio News-Italia su informazione e serialità
a cura dei direttori Lella Mazzoli e Giorgio Zanchini

ore 17.00
Lectio di apertura
Cultura divergente di Piero Dorfles

Intermezzo musicale: Irene Placci Califano


Palazzo Ducale, Grandi Cucine

FFF Form Follows Food.
La forma segue il gusto il gusto segue la forma, sinergie tra food & design
Elisia Menduni (food writer)

Fabrizio Mantovani (chef FM Sintonizzati con gusto, Faenza)

Accoglienza a cura degli studenti dell’Istituto d’Istruzione Superiore
Santa Marta e G. Branca di Pesaro

 

Venerdì 24 aprile


Urbino – Teatro Raffaello Sanzio

PRIMA SESSIONE: Dov’è la cultura oggi? 1) La carta stampata
Giornali e riviste cartacei vendono meno che negli anni ’50. Rivoluzione digitale e crisi economica hanno travolto assetti secolari. Si naviga a vista, cala la foliazione, il prodotto rischia di diventare più povero. Se la cornice è questa, cosa sta accadendo alle gloriose pagine culturali italiane?

ore 9.30
Intervento di Maurizio Gambini (sindaco Comune di Urbino)
Introduzione di Giulia Cecchelin (Università di Urbino Carlo Bo
Tavola rotonda con Annalena Benini (Il Foglio), Emanuele Bevilacqua (Pagina99), Marco Cubeddu (scrittore, caporedattore Nuovi Argomenti), Simonetta Fiori (La Repubblica), Luigi Mascheroni (Il Giornale), Armando Massarenti (Il Sole 24 ore), Luca Mastrantonio (Corriere della Sera), Massimiliano Panarari (La Stampa), Giancarlo Riccio (giornalista), Leonardo Romei (ISIA Urbino), Farian Sabahi (scrittrice e giornalista free lance, specialista Medio Oriente),  Federico Sarica (giornalista)

ore 12.45
Premiazione dei vincitori del concorso: Con la cultura si mangia?

ore 13.30
Pausa

SECONDA SESSIONE: Dov’è la cultura oggi? 2) Il web
Il web è la scena principale della rivoluzione che stiamo vivendo. È ecosistema e contenuti allo stesso tempo. Come cogliere e comprendere i cambiamenti in atto?

ore 15.00
Introduzione di Valentina Ruggiu (IFG Urbino)
Tavola rotonda con Martin Angioni (scrittore e pubblicista), Nello Avellani (NewsTown), Luca De Biase (Il Sole 24 ore), Paolo Di Paolo (scrittore), Carlo Freccero (scrittore e autore televisivo), Fabio Giglietto (Università di Urbino Carlo Bo), Beniamino Pagliaro (Good Morning Italia, La Stampa), Christian Raimo (scrittore), Cristiana Raffa (giornalista), Mario Tedeschini Lalli (L’Espresso)

ore 18.15
Presentazione del libro di Luca Mastrantonio (giornalista)
Pazzesco! Dizionario ragionato dell’italiano esagerato (Marsilio 2015)

Nel foyer del teatro installazione di Federico Ambrosio
a cura di Umberto Palestini (Accademia di Belle Arti Urbino)

 

Sabato 25 aprile


Fano – Teatro della Fortuna

TERZA SESSIONE: Dov’è la cultura oggi? 3) La radio
Storicamente è forse il medium più generoso con la cultura. Sta cambiando molto? L’ibridazione con il web le ha fornito linfa ma ha indebolito due sue funzioni importanti: l’essere luogo delle scoperte musicali e veicolo di identità. Cresce l’ascolto via podcast, specie dei prodotti culturali.

ore 9.30
Intervento di Massimo Seri (sindaco Comune di Fano)
Introduzione di Lucia Gabani (IFG Urbino)
Tavola rotonda con Andrea Borgnino (Radio Rai), Daria Corrias (Rai Radio3), Pietro Del Soldà (Rai Radio3), Marina Lalovic (giornalista), Federica Manzitti (Radio Città Futura), Enrico Menduni (Università di Roma Tre), Lorenzo Pavolini (Rai Radio3), Igiaba Scego (scrittrice), Simone Spetia (Radio 24)

Speciale radio e musica d’autore con Ernesto Bassignano (giornalista e conduttore radiofonico)

ore 13.30
Pausa

QUARTA SESSIONE: Dov’è la cultura oggi? 4) La televisione
E’ il medium centrale del secondo ‘900. E’ la grande delusione come strumento di formazione e divulgazione culturale? Con la moltiplicazione dei canali e la specializzazione crescente l’offerta culturale è finalmente all’altezza delle promesse? Il pubblico si sta frammentando?

ore 15.00
Introduzione di Stefania Antonioni (Università di Urbino Carlo Bo)
Tavola rotonda con Giovanni Anversa (Rai3), Edoardo Camurri (giornalista), Vittorio Di Trapani (segretario USIGRai), Piero Dorfles (giornalista e critico letterario), Axel Fiacco (co-fondatore Bicformats), Karima Moual (Al Jazeera, Radio Rai), Saverio Simonelli (Tv2000), Bruno Somalvico (Rai, segretario generale Infocivica)

ore 21.15
Evento cinema
Steve Della Casa (critico cinematografico), Giacomo Manzoli (Università di Bologna), Elisabetta Sgarbi (regista e scrittrice)

ore 22.30
proiezione del film Quando i tedeschi non sapevano nuotare di Elisabetta Sgarbi

Accompagnamento musicale: Alessandro Culiani (violoncellista) e Irene Placci Califano (chitarrista)

 

Domenica 26 aprile


Fano – Mediateca Montanari

ore 10.00
Promuovere la cultura conviene
È il sottotitolo dell’edizione di quest’anno. Perché oltre a parlare di chi fa informazione o comunicazione culturale, è importante ragionare anche sulla promozione? Siamo il Paese dei festival culturali, siamo un Paese miniera culturale, ma siamo anche il Paese della retorica sulla cultura.

Tavola rotonda con Andrea Ferrazzi (responsabile relazioni esterne Confindustria Belluno), Marco Ferrazzoli (capo ufficio stampa CNR), Elena Giacchino (responsabile ufficio stampa Fusi Orari), Marisandra Lizzi (giornalista, fondatrice di Ipress), Anna Longo (giornale Radio Rai), Stefano Marchegiani (Assessore alla Cultura Comune di Fano), Pietro Marcolini (assessore alla cultura Regione Marche), Serafino Paternoster (responsabile ufficio stampa Comune di Matera), Giovanna Perini Folesani (Università di Urbino Carlo Bo)

Concerto matinée: Marco Mencoboni (clavicembalista)

*Diretta Periscope a cura di Cristiana Raffa (giornalista)

*Il Festival del giornalismo culturale ha il riconoscimento del Comitato tecnico-scientifico dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti che riconosce un totale di 22 crediti formativi a giornalisti -professionisti e pubblicisti- che parteciperanno al Festival. In particolare saranno riconosciuti:

3 crediti per la giornata di apertura del 23 aprile;
4 crediti per la prima sessione Dov’è la cultura oggi? 1) La carta stampata del 24 aprile;
4 crediti per la seconda sessione Dov’è la cultura oggi? 2) Il web del 24 aprile;
4 crediti per la terza sessione Dov’è la cultura oggi? 3) La radio del 25 aprile;
4 crediti per la quarta sessione Dov’è la cultura oggi? 4) La televisione del 25 aprile;
3 crediti per la tavola rotonda Promuovere la cultura conviene del 26 aprile.

Per ottenere i crediti, i giornalisti interessati dovranno registrarsi nella piattaforma nazionale SIGeF. Chi è già iscritto potrà autenticarsi e prenotarsi all’evento. La registrazione comporterà l’automatica ricezione di un codice a barre con il quale ci si dovrà presentare alla segreteria organizzativa durante le giornate del Festival. Un addetto dell’Ordine registrerà automaticamente la presenza, sia in entrata che in uscita, strisciando il codice a barre su un apposita attrezzatura.
Chi non fosse già registrato nelle piattaforma, dovrà farlo autonomamente seguendo le procedure indicate nel sito dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti al seguente link https://sigef-odg.lansystems.it/sigef.

Il programma potrebbe subire variazioni.
L’ingresso a Palazzo Ducale e a tutte le sessioni è libero fino a esaurimento posti.
Le musiche sono curate da AMAT.