Autori e Ospiti

Albert

Rapper classe ’97. Il suo ultimo album è ‘Orme’, scegliendo di andare contro alle mode per affidare il suo futuro alle parole dei suoi testi.

Anna Maria Ambrosini

Storica dell’arte, professore di Storia dell’arte moderna all’Università di Urbino, si occupa di pittura e grafica con particolare attenzione al Cinque e Seicento ma anche a temi relativi a collezionismo e patrimonio nell’Ottocento. Membro del comitato scientifico della Galleria Nazionale delle Marche, della Regione Marche e della Fondazione Federico Zeri. Ha curato l’allestimento museale e la catalogazione di collezioni pubbliche e private, tra cui quella della Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro.

Pedro Armocida

È saggista, giornalista professionista e critico cinematografico. Collabora con Ciak, 8 ½,  Film Tv e Il Giornale.È direttore artistico della Mostra Internazionale del Nuovo Cinema, membro del comitato direttivo dell’Associazione Festival Italiani di Cinema (AFIC), segretario generale del Sindacato Critici Cinematografici Italiani (SNCCI). È docente a contratto di “critica cinematografica” del Corso di laurea magistrale in Teatro, danza, cinema, arti digitali presso l’università Sapienza di Roma. Ha curato, da solo o insieme ad altri, diverse pubblicazioni, tra cui: L’attore nel cinema italiano contemporaneo. Storia, performance, immagine, Marsilio, Venezia, 2017 e Romanzo popolare. Narrazione, pubblico e storie del cinema italiano negli anni duemila, Marsilio, Venezia, 2016

@pedroarmocida

Peter Aufreiter

Direttore della Galleria Nazionale e Polo Museale delle Marche, già Direttore del Dipartimento mostre, prestiti, depositi e dell’Artoteca dello Stato al Belvedere, museo nazionale d’Austria. Esperienza lavorativa anche presso il Kunsthistorisches Museum di Vienna e Sigmund Freud Museum sempre a Vienna.

Pupi Avati

Regista. Frequenta la facoltà di Scienze Politiche a Bologna, poi si impiega in una ditta di surgelati e si occupa di jazz. Dirige il suo primo film nel 1968, “Balsamus, l’uomo di Satana”, cui seguono “Thomas, gli indemoniati”(1969), “La mazurka del barone” (1974), “La casa delle finestre che ridono”(1976), “Jazz band” (1978), “Aiutami a sognare”. Fra gli altri film diretti, “Dancing Paradise” (1981), il pluripremiato “Una gita scolastica” (1983), “Noi tre” (1984, premio speciale della Giuria al festival di Venezia), “Regalo di Natale” (1986), “Magnificat” (1992), “Festival” (1996) e “Il testimone dello sposo” (1997). Con “I cavalieri che fecero l’impresa” nel 2001 ha girato un vero colossal italiano. Nel 2003 gli viene assegnato il David di Donatello come miglior regista per “Il cuore altrove”.

Cristina Battocletti

Lavora alla “Domenica” del Sole 24 Ore. Critica cinematografica, ha scritto a quattro mani la biografia di Boris Pahor “Figlio di nessuno” (Rizzoli, 2012), “La mantella del Diavolo” (Bompiani), “Bobi Bazlen. L’ombra di Trieste” (La nave di Teseo, 2017)

@CriBattocletti 

Margherita Belgiojoso

Giornalista professionista, Margherita Belgiojoso ha vissuto oltre un decennio in Russia viaggiando nei paesi dell’ex URSS, scrivendo per le maggiori testate italiane e curando manifestazioni culturali. Nata e cresciuta a Milano, è laureata in storia dell’arte al Courtauld Institute of Art di Londra e ha conseguito un Master in Politica economica alla London School of Economics. Vive a Roma, è sposata e ha due figli. Ha scritto il libro Là dove s’inventano i sogni. Donne di Russia pubblicato nel 2018 da Guanda.

Francesca Benedetti

Nasce a Urbino, si diploma all’Accademia d’Arte Drammatica Silvio D’Amico, e studia con Orazio Costa e Sergio Tofano. Nel 1965 fonda con Calenda, Proiti e Gazzolo il Teatro 10. La costante presenza di Francesca Benedetti nei teatri istituzionali è costellata da larghi excursus nel teatro non ufficiale. Dalla metà degli anni 60 è protagonista di numerosi spettacoli tra cui “II labirinto di Arrabal” per la regia di Sandro Sequi, “I Lunatici”di M.Murray diretto da Luca Ronconi, “La Finta Serva’” di Marivaux con la regia di Patrice Chereau, “I temporale” di Strindberg regia di Giorgio Strehler, “Le supplici” di Eschilo, regia di Otomar Kreka, “Antonio e Cleopatra” di Shakespeare regia di Giancarlo Cobelli. Inoltre lavora con Massimo Castri, Luigi Squarzina, Roberto Guicciardini, Aldo Trionfo e molti altri importanti registi La ricerca di novità la mette spesso in rapporto privilegiato con gli autori italiani (Isgrò, Reim, Testori, Scaldati) nel 74, infatti, vince la “Maschera con Lauro d’Oro”, con il “Macbetto” scritto per lei da Testori Nel ’83 fonda con Emilio Isgrò “Le Orestiadi di Gibellina”. Nel 2002 interpreta “Medea” di Euripide con la regia di Sebastiano Lo Monaco. Nel 2003 per la regia di A. Calenda interpreta “Giorni Felici” di Beckett e nel 2004 al teatro greco di Siracusa è “Giocasta” per la regia di Roberto Guicciardini Nel cinema partecipa a film d’autore con la regia di G. Calderone, A. Negrin, F.Suriano

Massimo Bernardini

Conduttore tv e giornalista professionista. È l’autore e il presentatore del programma televisivo di Rai 3 TV Talk. Ha condotto, tra gli altri, la trasmissione Il tempo e la storia, in onda su Rai Storia e Rai 3, Tv Storia, in onda su Raistoria e Nessun dorma in onda su Raicinque.

Alessio Bertallot

Musicista e Dj, è anche un conduttore radiofonico e televisivo, giornalista e cantante. E’ stato il primo a portare il Rap nel tempio della Canzone Italiana, il Festival di Sanremo; il primo a ideare e condurre un programma dedicato alla Club Culture su MTV; uno dei pochi musicisti a coniugare musica elettronica e poesia. Uno dei pochi Dj ad eseguire colonne sonore, dal vivo, a film proiettati sul grande schermo, usando i piatti al posto dell’orchestra. Dal 1996 è, con il suo programma “ B Side “, a Radio Deejay, il punto di riferimento della musica elettronica e della Club Culture in Italia.

Syusy Blady

Nome d’arte di Maurizia Giusti, è attrice, cabarettista, conduttrice e regista. Molto ricca la sua carriera, soprattutto televisiva. Ha partecipato a Mixer di Giovanni Minoli ed è stata autrice e conduttrice della trasmissione cult Lupo solitario. Sua è l’ideazione del personaggio e dell’epopea della Tap model, che comprende tra le varie iniziative due omonimi e affollati concorsi di bellezza. Ha preso parte alle due edizioni di La tv delle ragazze e ha poi raggiunto una grande popolarità con le molte stagioni di Turisti per caso e i suoi vari spin off, in coppia con Patrizio Roversi. Come attrice ha preso parte al film di Federico Fellini La voce della luna. Oggi continua la collaborazione con Rai e Mediaset con trasmissioni di viaggio, la più recente delle quali è In viaggio con mia figlia su Rete 4 tra giugno e luglio 2018. Come autrice ha scritto diversi libri, gli ultimi pubblicati: “I miei viaggi che raccontano Tutta un’altra storia” (Nexus e Verdechiaro Edizioni) e il romanzo storico “Il paese dei Cento Violini” (Piemme).

@syusyblady

Giovanni Boccia Artieri

Professore ordinario presso l’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo, dove insegna “Sociologia dei media digitali e Internet Studies” e “Comunicazione pubblicitaria e linguaggi mediali”. Presidente della Scuola di Scienze della Comunicazione, Coordinatore Laurea in Informazione media pubblicità e del Dottorato di Ricerca in Studi Umanistici (PhD in Humanities). E’ anche vicedirettore del LaRiCA.
Si occupa di: mediatizzazione; relazione tra media, identità e società; linguaggi e forme espressive della modernità compiuta; culture partecipative e narrazioni transmediali; pubblici connessi e produttivi.

Gregorio Botta

Gregorio Botta è nato a Napoli il 18 aprile 1953, ma ha studiato a Roma dove ha cominciato a lavorare come giornalista nel 1975: nel 1984 è passato a Repubblica, dove ha ricoperto gli incarichi di caporedattore e di vicedirettore. E’ diplomato all’Accademia di Belle Arti: al lavoro di giornalista affianca l’attività di artista, esponendo in molte gallerie e istituzioni pubbliche italiane e estere.

Marco Bracconi

Caposervizio al desk di Robinson, inserto culturale di La Repubblica, per lo stesso sito
cura il blog Politica Pop.

Chania

Ludovico Bramanti

E’ direttore del Conservatorio statale “Gioachino Rossini” di Pesaro dal novembre del 2014.

Pianista e musicologo, ha svolto per venti anni attività organizzativa in campo musicale, soprattutto nel settore del teatro d’opera. Dal 1995 al 2014 ha lavorato al Rossini Opera Festival di Pesaro con mansioni diverse, fra cui quella di Coordinatore artistico: in questa veste ha curato rapporti con teatri, istituzioni musicali, case discografiche, amministrazioni pubbliche, artisti, nonché progettato e gestito corsi di formazione professionale del FSE per tecnici teatrali. Ha svolto attività concertistica, solistica e cameristica, in Italia e all’estero.

Massimo Bucchi

Nato a Roma nel 1941, ha fatto il cronista di nera, l’art director pubblicitario, il grafico editoriale e lo sceneggiatore cinematografico. E’ entrato poi a Repubblica dove ha scritto e disegnato fin dal 1976 e dove fa una vignetta quotidiana sulle pagine degli editoriali. Del giornale ha anche progettato la versione online. Laureato in storia dell’arte, ha vinto il premio di satira Forte dei Marmi per il giornalismo (1986), per il disegno satirico (1990) e il Premiolino. Ha pubblicato due libri di storia per bambini e sei (tre per Mondadori) di raccolte delle sue vignette.

Andrea Caciagli

Lavora e scrive di cinema tra Firenze e Roma. Dirige la rivista L’Eco del Nulla ed è co-direttore del festival Firenze RiVista, unica manifestazione culturale italiana dedicata al mondo dei magazine.. Ha scritto su Il lavoro culturale, 404: file not found, Corriere fiorentino, In fuga dalla bocciofila.

Fabio Cappelli

Caporedattore cultura e spettacoli per Rainews24. Ha lavorato nella redazione Tg2 per le sezioni di cronaca, economia e esteri. È stato conduttore del Tg2 e corrispondente da Parigi.

@fabiocappelli

Gino Castaldo

Gino Castaldo, tra i piú noti giornalisti e critici musicali italiani, scrive su «la Repubblica». Ha pubblicato, tra l’altro, La mela canterina. Appunti per un sillabario muGino Castaldo, tra i piú noti giornalisti e critici musicali italiani, scrive su «la Repubblica». Ha pubblicato, tra l’altro, La mela canterina. Appunti per un sillabario musicale (minimum fax 1996) e La terra promessa. Quarant’anni di cultura rock (Feltrinelli 1994). Per Einaudi Stile libero ha pubblicato, con Ernesto Assante, Blues, Jazz, Pop, Rock (2004) e 33 dischi senza i quali non si può vivere (2007). Inoltre, Il buio, il fuoco, il desiderio (2008) e Il romanzo della canzone italiana (2018).

Francesco D’Ayala

Giornalista, scrittore, ora alla redazione cultura del Giornale radio della rai. Conduce la trasmissione di Radio Uno: “6 su Radio Uno”, che ogni giorno apre il palinsesto della rete ammiraglia della radiofonia pubblica. La trasmissione si occupa di argomenti di attualità, dalla cronaca, alla società, alla cultura appunto e allo sport. Precedentemente, per molti anni, d’Ayala ha fatto parte della redazione cultura del TG3 nazionale, realizzando moltissimi speciali anche su temi di politica estera e di cultura realizzata anche in molti paesi europei, ma anche In India ed In Cina. Scrittore, si occupa da moltissimi anni di temi inerenti la criminalità organizzata.

 

Mafe De Baggis

Lavora per liberare le energie delle aziende e delle persone usando le storie per mettere ordine nel loro modo di comunicare, di raccontarsi, di entrare in relazione con gli altri. Lo fa usando soprattutto i media digitali, ma solo perché da una ventina d’anni sono l’ambiente più interessante tra tutti quelli a disposizione, soprattutto se combinati con un uso narrativo degli spazi fisici (negozi, uffici, luoghi d’incontro).

@mafedebaggis

Mario De Santis

Nato a Roma nel 1964 è giornalista e conduttore radiofonico attualmente a Radio Capital, dopo aver lavorato a Radio Deejay e Italia Radio. Si occupa di libri dal 1988 con programmi interviste, recensioni, video, articoli web. Cura e conduce ( con Giancarlo Cattaneo e Maurizio Rossato) il reading-show di poesia “Parole Note Live”. E’ poeta , ha pubblicato tre raccolte (“Le ore impossibili” 2007, Empiria) “La polvere nell’acqua” (2012, Crocetti) e “Sciami” ( 2015, Ladolfi). Vive a Milano.

Piero Dorfles

Giornalista, ha lavorato 40 anni in Rai, impegnato in vari settori del servizio pubblico: tv, radio e strutture di ricerca.

Autore e conduttore di programmi radiotelevisivi, è stato  responsabile dei programmi culturali del Giornale Radio Rai e da venti anni conduce la trasmissione “Per un pugno di libri” di Raitre.Ha curato e pubblicato numerosi saggi e ricerche tra cui l’Atlante della radio e della tv, Carosello, Il ritorno del dinosauro, I centolibri. 2018

 

Manuela Ennas

Formazione classica e bachelor’s degree in Journalism, è una giornalista iscritta all’Ordine dei Giornalisti della Sardegna. Fondatore e direttore editoriale della testata giornalistica Boxit.it, promotore culturale, è anche docente di lingua sarda e  traduttore. È co-autore del collettivo “La storia sarda nella scuola italiana”, collaboratrice in Sardegna per RosaDigitale, coordinatore in conferenze con tecnica OST – Open Space Technology e consulente di comunicazione.

Tra le sue pubblicazioni: “Profili Biografici di emigrati in Argentina e Brasile nel secondo dopoguerra”, in “L’emigrazione dalle isole all’America latina fra XIX e XX secolo” (Centro Studi Sea, 2009).

 

Davide Eusebi

Poeta, scrittore e giornalista professionista, da 30 anni cura rubriche di cultura enogastronomica  per Il resto del carlino-quotidiano nazionale. Ha scritto libri su vini, ricette, itinerari, oltre a racconti e saggi. Ha collaborato con guide e riviste nazionali e a programmi televisivi Rai e Mediaset, ha vinto premi giornalistici nazionali e internazionali, ha ideato il festival internazionale del brodetto e delle zuppe di pesce.

Claudio Ferlan

Storico del cristianesimo, è ricercatore presso l’Istituto Storico Italo-Germanico della Fondazione Bruno Kessler (Trento). Si occupa di storia della cultura alimentare, con particolare riferimento alle missioni cristiane di età moderna, in Europa e nelle Americhe. Le sue ricerche attuali sono dirette allo studio del digiuno ecclesiastico, delle bevande di origine americana e ai mutamenti dei costumi della tavola dopo la conquista, temi sui quali ha già pubblicato alcuni studi. Il suo ultimo libro è Sbornie sacre, sbornie profane. L’ubriachezza dal Vecchio al Nuovo Mondo (il Mulino 2018). Sempre per il Mulino ha pubblicato I gesuiti (2015), una storia della Compagnia di Gesù da Ignazio a Bergoglio.

@BlogdiCaio

Marco Ferrazzoli

Giornalista professionista, capo ufficio stampa del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), per il quale dirige o coordina tra gli altri la web tv, il webzine Almanacco della scienza e il portale cnr.it. Docente all’università di Roma Tor Vergata di Teoria e tecnica della divulgazione. Autore di diversi saggi e pubblicazioni tra cui ‘Parola di scienziato’ (Roma, 2014).

@FerrazzoliMarco

@StampaCnr

Fabio Fornasari

È coautore del Museo del Novecento (2010) a Milano presso l’Arengario. A Roma ha progettato e allestito mostre al Foro Romano e alle Terme di Diocleziano. E’ autore del nuovo Museo alle Terme di Caracalla. Collabora con il CNR-IRPPS  di Roma realizzando installazioni sul racconto della ricerca. Collabora con l’Istituto dei Ciechi Francesco Cavazza realizzando progetti su temi legati all’accessibilità dei luoghi in chiave turistica e geografica. Per lo stesso istituto ha fondato e realizzato con Lucilla Boschi il Museo Tolomeo – Museo d’innovazione permanente. Per lungo tempo ha insegnato presso presso la  NABA – Nuova Accademia di Belle Arti – di Milano, la Facoltà di Sociologia dell’Università di Urbino Carlo Bo e  l’Accademia di Belle Arti di Bologna.

@fabio_fornasari 

Biancamaria Frabotta

E’ nata a Roma, dove vive. Ha insegnato Letteratura italiana moderna e contemporanea all’Università di Roma La Sapienza. Ha scritto tra l’altro l’antologia Donne in poesia (1976), Letteratura al femminile (1980), Giorgio Caproni il poeta del disincanto (1993) e L’estrema volontà ( 2010). Collaboratrice di riviste, è stata redattrice di Orsa minore (dal 1981 al 1983) e di Poesia (dal 1989 al 1991). Ha scritto a lungo sul Manifesto. Ha raccolto studi e interventi intorno al femminismo in due volumi (Femminismo e lotta di classe e La politica del femminismo). La sua attività poetica è cominciata nel 1976 con Affeminata, ed è proseguita con Il rumore bianco (1982), Appunti di volo e altre poesie (1985), Controcanto al chiuso (1991), La viandanza (1995),Terra contigua (1999), La pianta del pane (2003), Gli eterni lavori (2005), I nuovi climi, (2007), Da mani mortali (2012).

Matteo Fumagalli

Booktoober, pubblica video recensioni girate nella sua camera con una webcam.Passa dalle stroncature a memoir di colleghi YouTuber e star della tv, alle nuove uscite, segnalando quelle a suo avviso più interessanti.

Maurizio Gambini

Dal 2014 è Sindaco del Comune di Urbino.

Flaminia Gennari Santori

Storica dell’arte, è il direttore delle Gallerie Nazionali di Arte Antica da novembre 2015. Lungo tutta la sua carriera ha combinato la ricerca con la progettazione pratica e la gestione museale:  dal 2008 al 2013 è stata vicedirettore e Chief Curator al Vizcaya Museum and Garden; tra il 2006 e il 2008 è stata Senior Fellow al Metropolitan Museum of Art; tra il 2002 e il 2006 Senior Program Officer presso la Fondazione Adriano Olivetti di Roma

Emilio Gentile

E’  professore emerito dell’Università di Roma La Sapienza e socio dell’Accademia Nazionale dei Lincei. E’ stato Visiting Professor in Australia, Stati Uniti e Francia. Collabora alla Domenicadel Sole24ore. Fra le sue opere, tradotte in molte lingue, Il culto del littorio. La sacralizzazione della politica nell’Italia fascista; La via italiana al totalitarismo. Partito e Stato nel regime fascista; La Grande Italia. Il mito della nazione nel XX secolo; L’apocalisse della modernità. La Grande Guerra per l’uomo nuovo;  Né Stato né nazione. Italiani senza meta; Fascismo di pietra; Contro Cesare. Cristianesimo e totalitarismo nell’epoca dei fascismi; Due colpi di pistola, dieci milioni di morti, la fine di un mondo. Storia illustrata della Grande Guerra;  Il capo e la folla. La genesi della democrazia recitativa; In democrazia il popolo è sempre sovrano. FALSO!; Mussolini contro Lenin; 25 luglio 1943; Ascesa e declino dell’Europa nel mondo.1898-1918.

Carlo Greppi

Storico e scrittore, collabora con Rai Storia, organizza viaggi della memoria con l’associazione Deina ed è membro del Comitato scientifico dell’Istituto nazionale Ferruccio Parri, che coordina la rete degli Istituti per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea in Italia.

È autore dei saggi L’ultimo treno. Racconti del viaggio verso il lager (Donzelli 2012, premio “Ettore Gallo” 2013) e Uomini in grigio. Storie di gente comune nell’Italia della guerra civile (Feltrinelli 2016) e dei romanzi per ragazzi Non restare indietro (Feltrinelli 2016, premio Adei-Wizo 2017, sezione ragazzi) e Bruciare la frontiera (Feltrinelli 2018).

Il suo ultimo libro è 25 aprile 1945 (Laterza 2018).  

@carlogreppi

 

Paolo Iabichino

È Chief Creative Officer del gruppo Ogilvy & Mather Italia. In pubblicità dal 1990, ha inventato e declinato il concetto di Invertising (diventato anche un libro nel 2010) per interagire con un messaggio pubblicitario rinnovato. Insegna in diverse università, scrive su Wired Italia e su Vita No Profit e tiene corsi e seminari sulle trasformazioni in atto nel mondo della comunicazione.

Nel 2014 ha pubblicato Existential marketing. I consumatori comprano, gli individui scelgono.

Nel luglio 2017 ha pubblicato, con Codice Edizioni, Scripta Volant – un nuovo alfabeto per scrivere (e leggere) la pubblicità oggi.

Per il biennio 2018/2020 è stato scelto dalla Scuola Holden di Alessandro Baricco per essere il Maestro del College Digital dedicato alla narrazione transmediale.

Nel 2018 è stato premiato come Comunicatore dell’Anno con il premio Emanuele Pirella dell’Università di Modena e Reggio Emilia. Nello stesso anno la rivista di comunicazione NC l’ha nominato Direttore Creativo dell’Anno all’interno degli NC Awards.

@Iabicus

Emilio Isgrò

Artista concettuale e pittore – ma anche poeta, scrittore, drammaturgo e regista – Emilio Isgrò (Barcellona di Sicilia, 1937) è uno dei nomi dell’arte italiana più conosciuti e prestigiosi a livello internazionale. Isgrò ha dato vita a un’opera tra le più rivoluzionarie e originali nell’ambito delle cosiddette seconde Avanguardie degli anni Sessanta.

Iniziatore delle “cancellature” di testi, applicate su enciclopedie, manoscritti, libri, mappe e anche su pellicole cinematografiche, Isgrò ha fatto di questa pratica il perno di tutta la sua ricerca.

 

Nicola Lagioia

Nicola Lagioia (Bari, 1973), ha scritto quattro romanzi. E’ una delle voci di Pagina3, la rassegna stampa culturale di Radio3. Scrive su “La Repubblica”, “Il Venerdì”, “Il Fatto Quotidiano”. E’ il direttore del Salone Internazionale del Libro di Torino. Il suo ultimo romanzo, “La ferocia”, ha vinto il premio Strega. I suoi libri sono tradotti in 15 paesi.

@NicolaLagioia

Paolo Legrenzi

È Professore Emerito di psicologia cognitiva dell’Università Ca’ Foscari di Venezia (dove nasce nel 1942). Si laurea nel 1965 nell’ateneo di Padova, e impara le scienze cognitive a Londra  con Peter Wason e Philip Johnson-Laird, pionieri nel campo della psicologia del pensiero. Nel 1974 è ordinario presso l’Università di Trieste, dal 1988 al 1990 detiene una cattedra all’Università di Ginevra, in seguito è Honorary visiting professor all’University College di Londra e visiting professor all’Università di Princeton. È membro dell’Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti, dell’Association for Psychological Science, dell’Associazione il Mulino (presidente del Consiglio Editoriale dal 2012) e Presidente del Comitato Scientifico del Ca’ Foscari Competency Centre e di altri centri di ricerca. Negli anni scrive per i tipi di Laterza, il Mulino e Raffaello Cortina e per i quotidiani Corriere della Sera Gazzettino, Repubblica, Sole24Ore.

Simone Lenzi

Simone Lenzi (Livorno, 22 giugno 1968) è un cantautore, scrittore e traduttore italiano, frontman del gruppo toscano Virginiana Miller.

Lamberto Maffei

Lamberto Maffei è un medico e scienziato italiano. Direttore dell’Istituto di Neuroscienzedel CNR dal 1980 al 2008, dal 2009 al 2015 è stato presidente dell’Accademia Nazionale dei Lincei; dall’agosto 2015, vicepresidente della stessa.

Scrittrice e sceneggiatrice italiana. Dopo il diploma in scienze dell’alimentazione inizia a scrivere sceneggiature per cinema, teatro e televisione. Tra i lavori più recenti, il soggetto di Tutta colpa di Freud e la sceneggiatura di Perfetti sconosciuti e Immaturi – La serie diretti da Paolo Genovese. Per il secondo film, assieme al regista e agli altri sceneggiatori, ha vinto il David di Donatello per la migliore sceneggiatura 2016.

Gian Paolo Manzella

Gian Paolo Manzella si è laureato in Giurisprudenza all’Università La Sapienza di Roma e ha un Master in Relazioni Internazionali alla Yale University. Funzionario della Banca europea per gli investimenti in aspettativa è, attualmente, Assessore allo Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Start-Up, “Lazio Creativo” e Innovazione della Regione Lazio.

Lella Mazzoli

Direttore dell’Istituto per la Formazione al Giornalismo di Urbino e del Laboratorio di Ricerca sulla Comunicazione Avanzata (LaRiCA) dell’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo, dove insegna Sociologia della comunicazione e Comunicazione d’impresa.
Tra le sue ultime pubblicazioni: Infocult. Nuovi scenari di produzione e uso dell’informazione culturale (Franco Angeli 2015), curato con Giorgio Zanchini eIl patchwork mediale. Comunicazione e informazione fra media tradizionali e media digitali (Franco Angeli 2017)

@lellamazzoli

Marco Melluso

Autore, sceneggiatore, regista. Avvocato e docente universitario di diritto romano per molti anni. Affascinato dalla Storia, ha una vera passione per raccontare storie. Per il cinema, il teatro e per malacopia.it, il laboratorio creativo e webzine che dirige. In promozione con “La signora Matilde”, il film di cui è autore e regista assieme a Diego Schiavo, sta girando una nuova docummedia sul Conte Mattei e sull’omonima Rocchetta. Tiene seminari e workshop di storytelling. Nel corso degli anni, ha curato la regia di vari spettacoli teatrali, tra cui “Parto” con Lella Costa, “Scritto misto” e “Per tanti buoni motivi” con Luciano Manzalini.

@melluso_marco

Emiliano Morreale

Emiliano Morreale insegna all’Università La Sapienza di Roma ed critico cinematografico del quotidiano La Repubblica. Scrive anche per Gli Asini e Cahiers du Cinéma. È stato selezionatore della Mostra del cinema di Venezia e conservatore della Cineteca Nazionale. Tra i suoi libri L’invenzione della nostalgia (Donzelli, 2009) e Racconti di cinema (Einaudi 2015), scritto con Mariapaola Pierini.

Filippo Nanni

È vicedirettore Rainews24. Ha lavorato al Giornale Radio, al Tg3 e a Rai Tre.Ha seguito da inviato avvenimenti in Italia e all’estero. Nel 1995 ha vinto il premio Cronista dell’anno. Dal 1999 insegna alla Scuola di giornalismo di Urbino (IFG). Ha scritto: L’alba di Bugno (Compagnia Editoriale), A cinque secondi dal via (Rai-Eri), Sopravvivere al G8 (Editori Riuniti), Il Salvarticolo (Centro documentazione giornalistica), Fatti chiari (Centro documentazione giornalistica), Il mostro in frantumi (Amazon).

@FilippoNanni1

Antonio Pavolini

È analista dei media digitali. Uno dei primi podcaster e blogger italiani, è impegnato da diversi anni nell’esplorazione dei nuovi trend e modelli di business della transizione digitale nel settore dei media. Autore e conduttore di trasmissioni radiofoniche su questi temi, collabora con università ed enti di ricerca internazionali come il Fraunhofer Institute for Open Communication Systems (FOKUS). Nel 2016 ha pubblicato per Informant “Oltre il Rumore – Perché non dobbiamo farci raccontare internet dai giornali e dalla TV”. È tra gli autori di “Connecting television, la televisione al tempo di Internet” (Guerini e Associati, 2012).

@antpavolini 

Roberto Pisoni

Ha lavorato per i canali cinema di Sky Italia fin dal lancio, nel 2003, prima in produzione e poi all’interno della direzione creativa contribuendo a definire il brand e l’identità di rete. Dal 2009 ha ricoperto il ruolo di  Programming Manager di Sky Cinema. Precedentemente ha lavorato per il canale Studio Universal come autore, programmista regista e promo producer.

E’ direttore di Sky Arte HD dal 2012, anno di partenza del canale, e guida lo Sky Arts Production HUB (polo internazionale per la produzione di contenuti culturali) sin dalla sua creazione avvenuta nell’aprile del 2015.

Il suo lavoro televisivo è stato premiato in numerose occasioni. Tra i premi vinti: 4 Gold Promax Awards, 3 Silver Promax Awards, 2 Silver Telly Awards, 1 D&AD Award, 2 Eutelsat Award, 1 Gold e 1 Silver Award al New York Festival. 

@Buzzkanio

Quirino Principe

Musicologo e saggista. Professore di musicologia al Conservatorio di Milano, di storia della musica all’Università di Trieste e di filosofia della musica all’Università Roma Tre, è autore di fondamentali saggi su G. Mahler (1983, nuova ed. 2002) e R. Strauss (1989, nuova ed. 2004) e del volume L’opera tedesca 1830-1918 (2004). Germanista e traduttore, si è interessato anche al teatro come drammaturgo e autore di testi per musica.

Diego Schiavo

Sound designer, autore, sceneggiatore, regista. Scrive commedie per il teatro ed il cinema. Dopo “La signora Matilde”, il film di cui è autore e regista assieme a Marco Melluso, sta girando una nuova docummedia sul Conte Mattei e sull’omonima Rocchetta. Ha collaborato, tra gli altri, per e con: Peter Greenaway, Emir Kusturica, Giuseppe Bertolucci, Giorgio Diritti, Davide Ferrario, Vasco Rossi, Lucio Dalla, Lella Costa, Luciano Manzalini, Syusy Blady e Patrizio Roversi, il centro Tempo Reale di Luciano Berio, Ducati Moto, Piquadro, IMA group… I suoi lavori hanno ricevuto numerosi riconoscimenti nazionali e internazionali.

Liliana Segre

È nata nel 1930 a Milano in una famiglia di ebrei laici; a otto anni ha dovuto lasciare la scuola a causa delle leggi razziali; a tredici anni è stata catturata e poi deportata ad Auschwitz, partendo dal binario 21 della stazione di Milano. Numero di matricola 75190 del lager di Auschwitz, è una delle testimoni sopravvissute alla Shoah.

Nel gennaio 2018 è stata nominata dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella,  senatrice a vita. Da quasi trent’anni gira nelle scuole per raccontare ai giovani la sua storia e ha scritto diversi libri di ricordi.

 

Vittorio Sgarbi

Vittorio Sgarbi non è solo il Critico d’arte: è anche curatore di grandi mostre internazionali, scrittore prolifico di libri best seller, conduttore di trasmissioni di successo che sono rimaste nella storia della televisione, uomo politico, libero pensatore controcorrente e instancabile difensore dell’arte e della cultura.

Elisabetta Stefanelli

È nata e vive a Roma. Laureata in Storia della letteratura italiana moderna e contemporanea, è attualmente caporedattore dell’area Cultura e Spettacolo dell’Agenzia ANSA. Come critico letterario ha collaborato con le pagine culturali del quotidiano Il Giorno. Autrice di testi radiofonici, ha lavorato a lungo nella redazione del Paginone, programma culturale di Rai Radio Uno. Ha curato, tra l’altro,  l’antologia Eros Italiano (Oscar Mondadori). Sue poesie sono apparse su riviste, come Il Cavallo di Troia e nell’antologia Nuovi poeti italiani 4 (Einaudi). Con Guida ha pubblicato i suoi versi nel volume Le attitudini. Si occupa da sempre di temi e questioni legate al mondo dell’informazione.

 

Vilberto Stocchi

Rettore dell’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo, si è laureato con lode in Scienze biologiche presso la stessa università, dove dal 1993 è professore ordinario di Biochimica.

Alessandra Tarquini

Storica, si occupa di cultura e politica italiana del Novecento. Insegna Storia dei partiti politici all’Università Sapienza di Roma e collabora con Radiotre e RaiStoria.

Maria Grazia Tolomeo

Maria Grazia Tolomeo, storica dell’arte, per vent’anni Senior curator del Palazzo delle Esposizioni di Roma, ha lavorato in particolare sulle nuove tecnologie e l’arte e ha curato mostre e cataloghi soprattutto sugli artisti italiani contemporanei.

Massimiliano Tonelli

Fondatore e direttore editoriale di Artribune. Ha  inoltre collaborato con Time Out,  Radio24 – Il Sole24 Ore e Gambero Rosso, di cui è responsabile dei contenuti.

@direttortonelli

Carlo Tosco

Carlo Tosco insegna Storia dell’architettura al Politecnico di Torino. Presso lo stesso Ateneo è Direttore della Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio.

Mariangela Galatea Vaglio

Insegnante, scrittrice e blogger, Ha collaborato con Il GazzettinoIl Sole 24 Ore, L’Espresso, Valigia Blu e attualmente cura i blog il Nuovo Mondo di Galatea e Non Volevo Fare la Prof de L’Espresso. Altre storie dal passato (2015). È social media manager e redattrice di Archeostorie.it. I suoi ultimi libri sono L’Italiano è bello (Sonzogno 2017) e Teodora, la figlia del Circo (Sonzogno, 2018).

@IltwitdiGalatea

Marco Vigevani

Agente letterario, fondatore e amministratore delegato di The Italian Literary Agency . Laureato in filosofia, ha lavorato a lungo in editoria e ha collaborato a Il sole 24 Ore e Micromega e ha tenuto lezioni e conversazioni in diverse università italiane.

Giuliano Volpe

Giuliano Volpe è ordinario di Archeologia cristiana e medievale all’Università di Foggia, di cui è
stato rettore tra il 2008 e il 2013. Dal 2014 al 2018 è stato Presidente del Consiglio Superiore ‘Beni
culturali e paesaggistici’ del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. È Presidente
della Consulta universitaria per le Archeologie postclassiche e presidente emerito della SAMI-
Società degli Archeologi Medievisti Italiani. Insegna Archeologia tardoantica alla Scuola
Archeologica Italiana di Atene. Ha diretto numerosi scavi in Italia, in Francia e in Albania e ha
coordinato molti progetti di ricerca nazionali e internazionali.
Dirige varie collane scientifiche ed è autore di oltre 500 pubblicazioni. Nel campo della politica dei
beni culturali si segnalano Patrimonio al futuro (Mondadori-Electa, Milano 2015), Un patrimonio
italiano. Beni culturali, paesaggi e cittadini (Utet-De Agostini, Novara 2016), Il bene nostro. Un
impegno per il patrimonio culturale (Edipuglia, Bari 2018).

@Giuliano__Volpe

Alessandro Zaccuri

È inviato culturale del quotidiano “Avvenire” e dirige la collana “CroceVia” per NNE. Tra i suoi libri più recenti, il romanzo Lo spregio (Marsilio, 2016, premi Comisso, Mondello e Mondello Giovani) e il saggio Come non letto: 10 classici + 1 che possono ancora cambiare il mondo (Ponte alle Grazie, 2017).

@AlessZaccuri

Giorgio Zanchini

Giornalista, lavora a Radio1 Rai, dove conduce Radio Anch’io. Tra le sue ultime pubblicazioni Infocult. Nuovi scenari di produzione e uso dell’informazione culturale (curato con Lella Mazzoli, Franco Angeli 2015) e Leggere, cosa e come. Il giornalismo e l’informazione culturale nell’era della rete (Donzelli 2016).

@giorgiozanchini

Roberto Zichittella

Nato a Milano, laureato in Scienze Politiche all’Università Statale, è giornalista professionista. È stato docente dei corsi di Tirocinio di Giornalismo presso l’ISCOS, l’Istituto di Scienza della Comunicazione Sociale dell’Università Salesiana. Inviato del settimanale Famiglia Cristiana, ha collaborato con Il Riformista, Il Messaggero, Linkiesta e Pagina99. Dal 2011 è tra i conduttori del programma di Radio3 “Radio3mondo”​, dedicato ai temi dell’attualità internazionale. Sempre per Radio3 ha realizzato diversi audio documentari dall’Italia e dal mondo.

@robertozichitte