15 ottobre 2016

Lectio Magistralis di Massimo Osanna – La nuova vita di Pompei

Nella sua lectio magistralis Massimo Osanna ci ha raccontato una Pompei diversa da quella che conosciamo, un sito archeologico storico ma anche un luogo vivo e attento al contemporaneo. Tante le collaborazioni e le iniziative intraprese e soprattutto una grande attenzione alla comunicazione: «attraverso alcune ricerche abbiamo scoperto che il 50% di coloro che arrivano a Pompei si informano attraverso Internet. Oggi è diventato sempre più urgente saper comunicare il proprio patrimonio artistico e culturale attraverso gli strumenti più adatti.» Per questo nei prossimi mesi apriranno un nuovo sito web e presto installeranno una rete wi-fi in loco.

unnamed

Tanti i progetti di cui parla il sovraintendente agli scavi, dalla realizzazione di un percorso per disabili lungo 3 km all’interno del sito archeologico; all’allestimento di mostre fotografiche come la più recente “Pink Floyd: live at Pompei”, dedicata al film documentario della celebre rock band.

unnamed-1

Una Pompei che entra nella contemporaneità per trovare e raggiungere anche i più giovani. Una delle strategie di comunicazione del nuovo progetto riguarda proprio i social media: «abbiamo capito l’importanza che questi strumenti rivestono al giorno d’oggi e abbiamo deciso di investire in professionalità per raccontare il lavoro di tutti i giorni all’interno del sito sulle principali piattaforme. Facebook ci permette di utilizzare un tono più accessibile senza dover rinunciare ai contenuti. Lavoriamo molto anche su Instagram, e spesso troviamo degli spunti interessanti dagli stessi utenti.» Un grande lavoro di restyling e un esempio concreto di mediazione culturale.

 

Un consiglio? Seguite i profili del sito archeologico!

 

(Foto di MATTEO MARINI @mariniteo)

FRANCESCA CARABINI @maybenotinwords

 

Articolo postato da:
fgc,
in News

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento